mercoledì, agosto 30, 2006

all'Amore:

Veniamo divisi, messi in competizione, viene coltivato l'odio verso gli altri per scopi turpi (odio verso i terroristi, musulmani, immigrati ecc.), tutto per l'interesse irrazionale di alcuni. Rendiamoci conto che non dobbiamo essere soli. Siamo circondati da persone, amiamole. Diamo affetto alla gente e vedremo che ci tornerà affetto. Abbiamo una vita sola, non sprechiamo nell'astio, nella diffidenza, nel rancore. Perdoniamo e saremo perdonati. Lo diceva pure Cristo, poverino, è stato manipolato perfino lui nell'interesse dei soldi. Parliamo alle persone, arricchiamoci a vicenda, non pensiamo di essere meglio degli altri, nessuno è immortale. A' livella alla fine passerà su tutti, intelligenti, stupidi, belli e brutti. Non viviamo riempiendoci il cuore con sentimenti negativi, stiamo sereni e vivremo meglio, è l'unica cosa che possiamo fare.
Sembra ridicolo se lo dico io, me ne rendo conto, è che oggi sono sentimentale, cosa posso farci? Se volete una fonte più autorevole leggete Terzani, non so che dirvi.
Voglio bene, sarà la stagione, sarà una malattia, spero duri.

2 Comments:

Anonymous j said...

Si, solitamente l'avvicinarsi del rigido inverno, il prossimo gelo, le membra più esterne atrofizzate per quattro mesi, le bollette del riscaldamento da pagare, il buio alle otto di mattina, il buio alle quattro del pomeriggio, la strada da scarpinare a -5, l'avvicinarsi di tutto ciò porta ad amare l'attimo fuggente.

11:23 AM  
Blogger Berija said...

Nooooooooon si tratta di questo, probabilmente non sono stato abbastanza chiaro. Spero risulti utile l'ultimo post per fare chiarezza, in caso contrario fammi sapere.

11:44 AM  

Posta un commento

<< Home